Få en demo

GDPR & social media, cosa cambierá?

Maggio si avvicina e, con esso, le preoccupazioni legate al GDPR (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati) stanno aumentando esponenzialmente. La data è fissata e lo scopo è chiaro: questo regolamento proteggerà i nostri dati personali come nessun’altra legge prima d’ora.
Finora, sappiamo che il GDPR toccherà ogni aspetto della nostra vita, da quella privata a quella professionale. Ad esempio, i dati che includeremo nel nostro CV saranno protetti da sistemi basati su cloud, in cui le società saranno in grado di memorizzare ogni CV e lettera di presentazione ricevuta senza salvare i dati personali sui loro computer.
Ma cosa succederá all’enorme quantità di dati che usiamo quando navighiamo sui nostri social media preferiti? Che ne sará di Facebook?

Facebook contro GDPR

Ebbene, il gruppo di Menlo Park non vuole prendersi indietro e, per essere pienamente conforme a GDPR, permetterà agli utenti di gestire i propri dati per proteggere la privacy. Nella sezione della privacy del nostro profilo, si potranno già leggere i primi sforzi a questo riguardo:

“Le informazioni che condividi su Facebook rimangono di tua proprietà. Ciò significa che tu decidi cosa condividere e con chi lo condividi su Facebook e potrai modificare le impostazioni se cambi idea. Ecco perché ti forniamo gli strumenti per eliminare tutto ciò che hai pubblicato. Poi, rimuoveremo i contenuti cancellati dal tuo diario e dai nostri server. Inoltre, potrai cancellare il tuo account in qualsiasi momento.”

Noi utenti saremo finalmente in grado di verificare chi può vedere il contenuto e le reazioni ai post. Avremmo la possibilità di gestire i tag sui post e molto altro, in un modo più semplice e chiaro. Inoltre, la piattaforma social  renderá pubblico i suoi termini sulla privacy, in una sorprendente mossa di trasparenza. In seguito, spinto dall’entrata in vigore del GDPR, Facebook, come sottolineato nel paragrafo precedente, farà sapere agli utenti come verranno utilizzati i loro dati. Ciò sarà possibile grazie a un nuovo centro di controllo, ma potrebbe comportare alcune modifiche nel modo in cui gli utenti di Facebook navigheranno nella piattaforma.

Minor tempo sulla Bacheca

Infatti, Zuckerberg ha affermato che questa nuova strategia probabilmente ridurrà la quantità di tempo trascorso su Facebook. Ma questa sarà probabilmente la migliore decisione per la sua azienda: più trasparenza, più fiducia acquisita dal punto di vista dell’utente e piena conformità al nuovo regolamento europeo che sta modificando processi e business nel mondo intero.
È già possibile controllare i principi sulla privacy di Facebook su questo post del blog.

E tu? Quali cambiamenti stai facendo per la tua azienda?

Tekst: Francesca Baggio
Februar 14, 2018

Want to hear more?

Sign up for a HR-ON demo

Thank you for your request. It has been sent.

Please fill all fields